Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2021

UNA CHIESA L'ARCOBALENO E IL NIRVANA

Immagine
Ieri insieme a qualche amico dovevo fare l'XI Giro delle Sette Chiese (che pur senza soffermarmi più di tanto sulle chiese, avevo percorso in solitaria il giorno precedente!). Per questo giro avevo studiato due tracciati, uno completamente su asfalto, l'altro con dei tratti di sterrato. Alla fine della fiera chi doveva venire e aveva come opzione solo la bici da strada ha dato forfait sul filo di lana, così con un rapidissimo giro di messaggi ci ritroviamo alla partenza io e Luc Sol in mtb e Martina e Luigi con le gravel . Il tempo non è dei migliori, anche se le previsioni portano pioggia dopo le 20:00, in lontananza tuoni e cielo nero (grandinata in corso a Crispiano) ma sono solo le 17:15. La prima decisione è che le chiese sono ferme li da anni, possono aspettare, e decidiamo di sfruttare al massimo i tratti sterrati invertendo il giro. Così dopo qualche chilometro sulla nuova tangenziale incontriamo per prima l'ultima chiesa e subito dopo un persistente arcobaleno! La

LA PACE NEL MONDO UN TARDO POMERIGGIO D'AGOSTO

Immagine
Quest'anno, malgrado i buoni propositi non ero ancora riuscito a fare una delle mie uscite pomeridiane con base San Simone. Passato il periodo migliore a metà Giugno eccomi due mesi dopo con la prima per questo 2021. Una cinquantina di chilometri per circa due ore e mezza di pedalata, l'occasione è perfetta anche per indossare per la prima volta la divisa che più di un mese fa Peppe mi aveva fatto vedere, tra le tante pazzie che nel corso degli anni mi ha propinato, pedalare per la pace del mondo, mi è sembrata la più facile! Subito su per il bosco di Pilano alla ricerca di fresco dislivello e cercando di evitare i tafani, supero prima della masseria un paio di ciclisti, uno con la maglia della Granfondo di Roma (di non so quale anno) l'altro con il completo della SS LAZIO, con tanto di aquila sulla schiena. Se non è un segnale di pace questo? Su per la salita dopo le prime curve si affianca un altro ciclista, andiamo su per un po' insieme, poi ognuno procede del suo pa

SCREAMING TREES

Immagine
Per alcune uscite di amici non provo nessuna invidia, al contrario una profonda ammirazione per quello che fanno e se posso, mi lascio ispirare dalle loro "imprese" per replicarle nelle mie modalità. Così domenica l'unica cosa che volevo fare era immergermi con la mia bicicletta tra le ombre fresche e silenziose degli alberi. (Per colpa di Peppe, questo va detto) Pedalare è una cosa semplice ma alle volte la semplicità si complica e può succedere che la stanchezza accumulata durante la settimana viene fuori all'improvviso e già dopo i primi 10 km capisco che il silenzio del bosco costerà più fatica del solito. Partire presto non serve ad evitare l'impatto con il gran caldo di questo periodo, che quando arriva è davvero destabilizzante. Prima però ho il tempo di far riposare un po' le gambe mentre mi godo una tranquilla colazione in piazza. Il sole mi punta mentre affronto la salita finale verso il bosco e quando finalmente sono in cima, mi lascio scivolare giù