LA PACE NEL MONDO UN TARDO POMERIGGIO D'AGOSTO

Quest'anno, malgrado i buoni propositi non ero ancora riuscito a fare una delle mie uscite pomeridiane con base San Simone. Passato il periodo migliore a metà Giugno eccomi due mesi dopo con la prima per questo 2021.
Una cinquantina di chilometri per circa due ore e mezza di pedalata, l'occasione è perfetta anche per indossare per la prima volta la divisa che più di un mese fa Peppe mi aveva fatto vedere, tra le tante pazzie che nel corso degli anni mi ha propinato, pedalare per la pace del mondo, mi è sembrata la più facile!
Subito su per il bosco di Pilano alla ricerca di fresco dislivello e cercando di evitare i tafani, supero prima della masseria un paio di ciclisti, uno con la maglia della Granfondo di Roma (di non so quale anno) l'altro con il completo della SS LAZIO, con tanto di aquila sulla schiena. Se non è un segnale di pace questo?
Su per la salita dopo le prime curve si affianca un altro ciclista, andiamo su per un po' insieme, poi ognuno procede del suo passo.
Giro verso le antenne, poi in fondo verso la pista dei kart, tutto questo tratto è ben ombreggiato e pedalare risulta un gran piacere malgrado faccia più caldo di quello che avevo preventivato, butto giù acqua frequentemente.
Prendendo strade secondarie arrivo ai margini di Martina Franca, controllo l'orario e prendo per Locorotondo, prima sulla parallela della statale, poi facendo un giro largo passando per contrada Rosapano, la strada sale fino ad avere una vista panoramica sulla linea dell'orizzonte di tutto il centro storico di Locorotondo, che raggiungo dopo un paio di chilometri, giro sul belvedere tra chi già si sta dedicando al rito dell'aperitivo. Tiro avanti e per un attimo ho un miraggio, macchina gialla con capsula gialla alla fine del belvedere, mi sembra uno di quei chioschetti mobili che fanno granite con sciroppi alla frutta... Per un attimo un senso di fresco mi pervade e già mi vedo con il mio bicchierone in mano a ciucciare ghiaccio zuccherato... Ma più da vicino il miraggio sparisce, ed è solo una postazione mobile che vende contratti fastweb.
Scendo sulla tangenziale fino ad arrivare all'installazione di Bernardo Palazzo. Una folla di turisti e gente del posto popola il campo per non farsi sfuggire questa instagram opportunity... Tra l'altro a ridosso del tramonto!
E' stupefacente quanto un'idea, apparentemente semplice ed economica possa diventare nel giro di qualche mese un qualcosa che vale la pena vedere, pubblicizzando l'immagine di Locorotondo in giro per i social praticamente da sola (controllate gli hashtag e la geolocalizzazione!!) alla faccia di studi di marketing ed opere faraoniche a supporto.
Ausiliario del traffico a gestire il traffico e la sosta delle auto... Dalle mie parti ci sarebbero già un paio di parcheggiatori abusivi e i venditori di bevande fresche da discount. 
Alla rotatoria riempio le borracce alla fontanella, rientro verso Martina. Dopo la salita dei Cappuccini salto il traffico per immettersi sulla statale, attraverso tutta la città scendendo lungo la Statale fino a Chirulli, poi strada laterale per San Paolo. Mi gusto il tramonto dalle parti del Facola, il fresco aumenta e la luce diminuisce, mi butto giù dall'Orimini, un anziano con la fiesta mi fa tappo alle spalle così posso tagliare le curve come ho imparato a fare nelle ultime uscite da queste parti e segno il mio record personale in discesa.
Ultimo tratto per San Simone dalla tranquillissima via del motocross, le luci del borgo, il campanile della chiesa su tutto si staglia nel cielo che perde il suo colore rossastro.
In piazza a differenza di venerdì sera ancora poca gente, prendo due birre, mi rilasso, guardo un po' le foto fatte. 
Se la Pace nel mondo inizia ritrovando la pace in se stessi, con questa divisa proseguo per la via giusta.









 

Commenti

Post popolari in questo blog

LA MIA LIBERTÀ È SOLO QUANDO STO CON TE / NUDO INTEGRALE

APULIATRAIL UNSUPPORTED BIKE EXPERIENCE

CHI TE L'HA ORDINATO IL DOTTORE?