IL GIRO DELLE SETTE CHIESE XII + KAILIA N/W +

Il giro delle sette chiese potrebbe andare avanti all'infinito, però inizia a diventare faticoso organizzare un giro con partenza ed arrivo direttamente da casa e questo, al momento, è quello che ha avuto il tragitto più lungo.
Le chiese si trovavano tutte nelle campagne a Nord-Ovest di Ceglie Messapica (ho già pronto quello a Sud/Est).
Parto da casa poco prima delle 07:00, dopo un'ora ho appuntamento a Grottaglie con Luca e Vera che si uniscono al giro.
Tra una nebbia che va diradandosi risaliamo in maniera leggera la specchia, caffè al bar della benzina della Madonna della Fontana, qualche chiacchiera con un tipo che si lamenta dei ciclisti che occupano la strada, qualche altro chilometro in direzione Ceglie fino a raggiungere il punto del percorso salvato sul mio garmin!
Delle chiese di oggi ne conoscevo solo una, incrociata per puro caso (come spesso accade) in un giro di qualche settimana prima, tutte le altre le ho scovate consultando una dettagliatissima mappa di Ceglie Messapica Rurale che mi diede qualche anno fa Cenzo!!
La prima chiesa (cappella) in contrada Pisciacalze è Sand Rocch da bascine. Proseguiamo su un percorso stretto e tortuoso con degli strappetti impegnativi, passiamo davanti alla chiesa nuova di San Giovanni che tralasciamo per raggiungere dopo poco la cappella omonima, più antica e sicuramente più caratteristica.
La terza chiesa è proprio quella che avevo incontrato qualche settimana fa.
troppo facile sarebbe proseguire lungo la strada provinciale per Martina, poche centinaia di metri e di nuovo su stradine laterali per girare intorno alla provinciale e raggiungere alle spalle la chiesa.
Il suo nome è ancora un mistero, Cenzo mi ha detto che anche questa dovrebbe essere San Giovanni, ma ancora non è chiaro. L'edificio se può interessare è in vendita!!
A questo punto accade il miracolo, lasciata nuovamente la provinciale incrocio Giuseppe, Nino ed un altro ragazzo che sono partiti da Alberobello e stanno facendo un giro in gravel.
Giuseppe mi aveva chiesto ieri se mi volevo unire ma ormai avevo programmato il mio giro... Il miracolo sta nel fatto che i nostri percorsi combaciavano solo per un chilometro e mezzo e sono sicuro che a metterci d'accordo non ci saremmo mai riusciti a beccare! Invece così è stata davvero emozionante, trovarsi faccia a faccia fermarsi qualche minuto, sfottersi come solito e andare avanti!
Incrociamo le due chiese successive Menzella dall'aspetto più interessante e Santa Filomena che anche per via della porta metallica sembra più un locale tecnico per la pompa del pozzo!!)
Ancora la strada che tartaglia tra la campagna in cui ora splende il sole e fa brillare i colori autunnali.
Raggiungiamo l'incrocio di Pascarosa e la penultima chiesa, la cappella di San Cosimo.
Rientriamo in direzione Ceglie prima per una strada molto lineare poi dopo l'ennessima salita spezza gambe, ancora con tante curve e contro curve fino alla chiesa detta Lecci, tra tutte quelle di oggi l'edificio più mal messo.
Rientrando verso il centro abitato m'imbatto nel profilo della chiesa antistante la masseria Galante.
Avevo visto questa chiesa proprio in una foto di Cenzo qualche mese prima, ma ero riuscito ad ottenere solo vaghe informazioni sulla sua posizione per tanto l'avevo lasciata perdere.
Il caso ha voluto invece sbattermela in faccia... Ma niente foto, sarà per il prossimo giro, dedicato solo a questa posto!

Arriviamo in piazza a Ceglie e visto l'orario decidiamo di prenderci un panino da Zanghetta.
Si solito si dice che il ritorno è sempre tutto in discesa, questo è uno di quei casi (anche se la discesa vera e propria si farà attendere qualche chilometro e qualche altro strappetto.
Ce la siamo presa molto comoda, arrivo a Grottaglie che sto bene ma francamente "chi se ne sbatte" approfitto dell'ammiraglia e mi faccio dare un passaggio da Luca e Vera fino a casa loro per poi riprendere a pedalare giusto in tempo per superare il chilometro cento!

Miracolo a parte, questa volta un giro spensierato, senza troppe menate! 











Commenti

Post popolari in questo blog

LA MIA LIBERTÀ È SOLO QUANDO STO CON TE / NUDO INTEGRALE

APULIATRAIL UNSUPPORTED BIKE EXPERIENCE

II^ RANDONNEE DELLA VALLE D'ITRIA