Post

Visualizzazione dei post da 2020

LE OMBRE DEL GIORNO PIU' LUNGO

Immagine
Pedalare fino al tramonto durante i giorni più lunghi dell'anno è una delle cose che mi piace ripetere.Anche nel 2020 solco le strade intorno a San Simone, ripercorrendo in parte le location utilizzate la settimana scorsa per le riprese del video, risalendo una strada che sapevo portava su uno sterrato, impegnandomi senza nessuna sosta sulla salita delle Pianelle, scendendo nelle ombre del bosco respirando a pieni polmoni l'aria silenziosa che ondeggia tra le foglie, sfruttando il vento per evitare la fastidiosa presenza degli insetti lungo la salita di Pilano, scoprendo la nuova posizione della fontana all'incrocio di Villa Castelli, decidendo di scendere dall'Orimini, malgrado sia diventata, a causa dei lavori sulla Statale, l'unica via di passaggio per le auto che lasciano Martina Franca in direzione Taranto.
Sono stato fortunato, pensavo di dover procedere dietro qualche auto maleodorante ed invece non ho incontrato nessuno, e mi è sembrata la discesa di una vol…

IL VOSTRO NIENTE LA MIA VENDETTA

Immagine
Ieri mi sono fatto un film, ma questa è una storia che racconterò più avanti.
Intanto dopo aver pedalato per una giusta causa, dopo aver solcato di sera la città, dopo aver condiviso la bicicletta con le persone giuste e mio malgrado anche con quelle cattive, oggi è arrivato il momento di fare quello per cui sono più portato.Pedalare e stare in silenzio. Per 100 km nessuna parola e pensieri che si urtano in testa e finalmente, dopo quattro ore, vanno tutti al posto giusto come un gioco ad incastri colorati per bambini. Perché la bicicletta non è solo raggiungere un obbiettivo, come dice qualcuno o forse l'ho detto anche io ma chi sa quando e ormai l'ho scordato...
La bicicletta è capire la vita che si addensa intorno, una mucca che bruca l'erba secca, perdersi negli spazi tra le pietre di un muretto a secco, lasciarsi inseguire da un cane per strada, salire, scendere, fermarsi e poi continuare a spingere, spingere ancora... Il sole, il sole...il sole si alzava dai campiHo una s…

RACE ACROSS LIMITS - GREGARI IN STAFFETTA - TAPPA 11

Immagine
Mi basta poco tempo per capire se una persona mi va a genio o meno, e la bicicletta non è certo il modo migliore per far breccia nel mio carattere diffidente, anzi, con i ciclisti, sono molto più prevenuto.
Fabrizio è un atleta vero, un triatleta, un Ironman e nella sua meticolosa dedizione allo sport ritrovo quel sacrificio e impegno, che se pur con finalità e traguardi diversi dedico al mio piccolo mondo su due ruote.
I ciclisti non vanno tutti alla stessa velocità e non sono tutti uguali, sono prima di tutto persone e ci sono quelle buone e quelle che non servono... Restare a ruota di qualcuno non serve solo a fare meno fatica ma soprattutto a imparare cose nuove.

Durante un paio di uscite insieme nelle scorse settimane mi parla meglio di RACE ACROSS LIMITSe della sua amica Sabrina Schillaci chi è, cosa fa e della fondazione che sostiene. Le storie, sono come le persone, o ti prendono o niente. Io mi sono entusiasmato e quando Fabrizio mi ha chiesto se volevo pedalare insieme a lui nel…

MONOPOLI: STAI FERMO UN GIRO

Immagine
Fabrizio mi manda un messaggio e mi chiede se voglio unirmi ad un giro che faranno il due Giugno, partenza da Martina Franca, Selva di Fasano, Monopoli e rientro, circa 90 km, tranquilli, nel gruppo ci saranno anche tre donne...
Sono abituato a preparare i percorsi e ho sempre un po' di timore delle strade che scelgono gli altri, gli agonisti poi, per semplificare i loro allenamenti tendono a percorrere le vie più dirette e già pensavo di dover pedalare su Statali trafficate e più pericolose delle tortuose ed isolate strade che generalmente prediligo, in quanto alle donne in bicicletta, con cui spesso ho il piacere di pedalare, ho imparato (preparazione atletica a parte) quanto possano essere determinate ed ostinate nel misurarsi con distanze e dislivelli per portare a termine qualsiasi tipo di percorso gli venga proposto a cuor leggero e senza giustificazioni tipiche di certi ciclisti uomini, non esco da tanto tempo, devo preparare la gamba, oggi devo fare scarico...
Infine il gior…

IL GIRO DELLE SETTE CHIESE IX + TRUElLOVE +

Immagine
Dal 2016 fede e sudore in bicicletta...
Ogni Giro delle Sette Chiese ha una genesi differente. Dopo lo stop, avevo voglia di andare in bicicletta ad Alberobello e vederla senza la consueta folla di turisti che riempiono i vicoli della sua zona monumentale poi guardando una vecchia mappa mi saltano subito agli occhi delle croci religiose che mi indicano delle chiese che aggiungo a quelle che già conoscevo in zona, faccio due conti e l'itinerario di un altro pellegrinaggio  è sul tavolo.
Visto il dettaglio della mappa aggiungo alle sette chiese anche setta cappelle o edicole votive.
35 km che partono dall'incrocio con la Provinciale 58 per Alberobello ma  che io raggiungerò in bicicletta da casa.
Il mio Garmin inizia a registrare alle 06:39 del mattino, una domenica ancora silenziosa, clima perfetto (26° la media finale e un soffice vento che muove l'aria).
A Taranto incrocio solo podisti (anche in vietati assembramenti), supero il ponte, saluto la ghostbike come al solito, …