Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2013

MADONNA DELLA CAMERA D'ARIA

Immagine
Da quando l'amico Giuseppe mi ha portato per la prima volta su questa strada, sono diventato un fedele della Madonna della Camera d'Aria, una figura controversa del sacro mondo della bicicletta. A lei ieri ho fatto un voto, salire sul podio della salita di Roccaforzata ...
E mentre ero in raccoglimento lei mi è apparsa, in tutto il suo sudore e con le sue gentili e benevoli parole d'incoraggiamento "fangul' prrrr se se se" mi ha fatto capire ... che ci riuscirò!!


COASToCOASToCOAST

Immagine
Avevo questa avventura nella testa da un pò ... ed oggi finalmente ho trovato il tempo, la forza ed il coraggio di provarci.
Fare un COST TO COAST andata e ritorno in un solo giorno, in solitaria ... "e prima del principio era vanto dei Mongoli che una vergine sola sopra un carico d'oro traversasse indenne i domini del Khan" ...
ora potrei continuare citazione dopo citazione, doppi sensi a ripetizione, frasi criptiche e nebulose ed invece questa volta lo dico così, perché me lo sento, <Sono proprio forte!>.
JONIO>SANVITO>SANGIORGIOJONICO>MONTEIASI>GROTTAGLIE>VILLACASTELLI>CEGLIEMESSAPICA>OSTUNI>ADRIATICO e ritorno sulla stessa strada. Dopo 100km però le gambe sono diventate di pietra e GROTTAGLIE>JONIO è stata davvero dura.
Zaino carico in spalla e andatura "escursionistica" e tra i vari segmenti attraversati, mi ritrovo anche un terzo posto assoluto intorno la SP83ALENIA.















L'OSSESSIONE

Immagine
Questa settimana ci ho dato dentro ... sono praticamente salito a Roccaforzata ogni giorno. Quella salita e quella discesa, sono diventate una vera e propria ossessione!
Chiudo gli occhi la sera e vedo il profilo della collina, mentre mangio, vado un attimo in trance e come in "incontri ravvicinati del terzo tipo" mi ritrovo a modellare il gelato con la forma di quella stramaledetta altura, esco in bicicletta e i pedali mi portano da quella parte.

Oggi ho messo il mio definitivo record personale 5'33" (togliendo 4'45" rispetto alla prima volta che ho affrontato questa salita con la bicicletta da strada) ... credo che di più, in queste condizioni fisiche, non posso chiedermi. Sono al quarto posto della generale, a 29" (troppi) dall'ultimo gradino del podio, ad 1 minuto preciso dalla vetta (un'eternità).

Agosto è ancora tempo di baldoria, domani è un altro giorno, Roccaforzata ci vediamo tra un paio di mesi!!


FERRAGOSTO AL SECONDO POSTO

Immagine
Il mio obbiettivo, non lo nascondo ... è quello di arrivare tra i primi tre sul "segmento" che da Faggiano sale verso Roccaforzata (al momento sono sesto a poco più di 30'' dal mio più agguerrito rivale su STRAVA). Per questo almeno una volta alla settimana salgo per quella strada studiando centimetro dopo centimetro per cercare di affrontarla nel modo giusto e nelle condizioni ideali.
Ma salita dopo salita, finisce che qualche volta devi anche scendere ... e scendere forse è più difficile che salire! Devi affrontare le curve nel modo giusto, tenere la giusta posizione, non perdere la concentrazione, seguire la traiettoria ideale, tagliare le curve al massimo, prendere una buona dose di rischio e non avere paura in nessun momento.

Poi, sarà la cena di ieri, il vino ancora in circolo nel sangue, le tre ore e mezza di sonno ... oggi non erano le condizioni ideali, sarà il dresscode SILVER di ieri sera mi accontento del secondo posto.




IL DIARIO DELLA MIA BICICLETTA

Immagine
"Pedalando elengante niente ti può fermare ... chi partecipa vuole sempre vincere, e chi vive con stile non può perdere ... anzi non perde mai!"








COASTOCOASTOCOAST

Immagine
Quasi tutto pronto ...


SUDORE AMARO

Immagine
La pedalata non sembra completa se poi non ti stai a sbattere con il file, con il post con i paragoni.
Ed il bello è anche questo, perché non è solo andare e far girare le gambe (questo l'ho detto tante volte).

Mo' mi guardo in giro e tanti descrivono la felicità, l'allegria, le emozioni ... ma andare in bicicletta non è tanto diverso dal vivere! Lo fai come vuoi e con la bicicletta che vuoi. Mi guardo in giro. Mi guardo dentro e devo descrivere anche le delusioni, amare come il tantissimo sudore buttato fuori in questi splendidi giorni di pedalate.



DOVER?

Immagine
Sono ormai un pò di giorni che la sera intorno alle 1800 prendiamo una bicicletta e andiamo a mare.
Ieri ha pedalato Emma con la sua biciclettina, ho alzato le rotelle e l'ho seguita a piedi ... per lunghi tratti andava su due ruote!! E' anche caduta!! Ma tutto ok.
Oggi siamo andati con la CrudeDude, mare fino alle 2000 e ritorno panoramico sulla costa.





FUOCO PEDALA CON ME

Immagine
E mi ritrovo a pedalare il primo sabato di Agosto, in spiaggia non c'è posto, alle 1615 con 37° e un modesto scirocco bollente. Vado e non so mai a quanto vado, ho portato solo una borraccia d'acqua ghiacciata, ma alla fontana di San Donato è già quasi tutta liquida, riempio l'altra, bevo, la riempio di nuovo ... riparto e poi non mi fermerò più. Arrivo sotto Faggiano in relax, ma dalla collina il vento che scende è ancora più infuocato, mi sono preparato bene per affrontare il segmento Faggiano-Rocca, (un sandwich, qualche fetta di speck un pò di scamorza una birra e prima di partire una banana).

Quando esco dalla pineta il fuoco è contrario e le gambe mi fanno male ... non so.
Scendo, per la Madonna della Camera ... arrivo a Lizzano e poi scendo giù per il mare.
Non so in quale girone sono finito, ma preferisco la litoranea d'inverno è il paradiso. Pedalarci alle 1730 in Agosto è come andare in bicicletta in tangenziale.

Sto dietro una BMW fino al Gabbiano, dove m&#…