domenica 12 maggio 2013

CANyON

Oggi dovevo uscire solo per sciogliere le gambe e invece in completa solitudine ho preso la strada sbagliata!
Decido di non passare più da dentro il paese dove ho un conto aperto con un cane e sbuco già sullo stradone di San Donato. Pedalata in scioltezza, sto già salendo per la Rocca, ma questa salita mi ha stancato. Svolto a destra ed entro nella pineta che non è solo ombra. Torno sulla strada e poi scendo sull'asfalto fino a quando si consuma e si perde nuovamente nella polvere, fino a quando diventano pietre e la strada ricomincia a salire.
#01 quando perdi i pedali su una salita , difficilmente potrai ricominciare a pedalare.
Il sentiero quasi si perde tra la sterpaglia e le pietre, pedalo a vista, ma è come camminare al buio in un posto che non conosci, la strada si biforca e prendo quella che mi porta lontano ... ancora in salita. Arrivo ai bordi del Canyon, innaturale, come una lacerazione sulla pelle ... ma è una vista che ripaga tutta la fatica.
#02 alla domanda che spesso mi fanno "ma chi te lo fa fare?" questa foto è la mia risposta.


Torno indietro lungo la strada che scende e che mi sembra di conoscere meglio, aumento il ritmo ...
#03 evitare una lucertola sulle pietre in discesa a 40km/h può farti uscire fuori pista!
Fortunatamente sono già lontano dal canyon e l'erba bagnata mi fa scivolare dolcemente anche se qualche pietra la sento lo stesso, ma niente in confronto agli scossoni della rampa finale che mi riporta sull'asfalto.
Torno verso il punto di partenza ma le gambe vanno e prendo ancora la strada sbagliata. Arrivo a Pulsano via sterrato, poi perdo definitivamente l'orientamento e taglio per Leporano fino ad arrivare sulla litoranea, contro vento!
#04 quando senti che puoi andare ... vai.
L'ultimo tratto di sterrato e il mare a pochi metri ...







Nessun commento:

Posta un commento