martedì 29 aprile 2014

STRAVA GRANFONDO 4

"For this Challenge, deviate from your normal routes and go after something more adventurous."

Questa volta ho raccolto l'invito di STRAVA! Già da qualche settimana avevo in mente di arrivare a Ceglie Messapica. Strada dietro San Donato, San Giorgio, Monteiasi ... non ho intenzione di tirare troppo, visto che devo fare almeno 130km, ma evidentemente il mio passo è più che migliorato e sul segmento della SP83 che gira intorno all'ALENIA segno il mio miglior tempo, il miglior tempo di tutti!!


il King ti suona il Gong

Salgo su per Grottaglie e poi prendo la strada per Ceglie, supero l'incrocio della Mutata ed inizio con una salita un tratto di strada che non ho mai fatto, neanche in macchina. Il mio passo è migliorato ma meglio non strafare.
Grottaglie Climb
banana split

La salita va dritta, poi una S che toglie il fiato e ancora in salita fino all'incrocio con la strada per Ceglie. Mi fermo per controllare lo stato della "banana" fissata sul telaio. Alle mie spalle arriva un gruppo di ciclisti che si ferma al market del distributore per un caffè ... si lamentano perché qualcuno ha sbagliato strada e "Mo s'attecchen! L'avev ditt' d girà alla destr" (perché mi piace andare da solo?!)
Mando un messaggio a Vincenzo per far colazione insieme ...
Verde, trulli e sali/scendi, poche macchine, mi supera una SMART con i finestrini aperti e con dentro una ragazza ... lascia dietro di se un profumo dolce vanigliato HYPNOTICo che seguo fino all'abitato. Vincenzo non ha ancora risposto, starà dormendo ... mi arrampico nel centro storico di Ceglie, pavé, chianche sconnesse, pendenze a due cifre, sono i muri di quelle che potrebbero diventare le CLASSICHE del SUD!
Sono in cima, qualche scatto, controllo il telefono ... niente, ma è domenica e sono ancora le 10:00 vado al PANORAMA CAFE' dove con il proprietario parliamo di biciclette, lui ha una vecchia OLMO, ma non c'è tempo, mi dispiace ... devo andare!

il santino

Taglio la Valle d'Itria in direzione Cisternino su una rotta davvero incognita. Tutto quello che vedo lo voglio fotografare, ma non è possibile, anche se mi fermo un sacco di volte, per il resto pedalando immerso in uno scenario che mette i brividi da strappare i Chianti! In una sosta mi accorgo che la banana si è fusa sul telaio, è ora di assumerla. La strada è fantastica, poco traffico ma ci sono dei dossi davvero da togliere il fiato, sono intorno al 60esimo km e le gambe iniziano ad appesantirsi, ad una rotonda prendo per Martina Franca passando sotto la linea delle Ferrovie del Sud/Est prima e sotto la Ciclovia dell'acquedotto poi!

sole

vendesi

posta

la FAVA

CHIANTI ??

Salitella per Martina all'11%, un tipo seduto su un muretto mi guarda ed io mulino le gambe come se fossi al traguardo ... sparisco dietro la prima curva in poco tempo, qualche metro ancora e sull'asfalto appare una scritta 1 km ... ancora un chilometro di salita caxxo ... mi pianto e continuo la mia ascesa verso Martina alla chetichella. Supero il traffico e mi fermo in una piazzetta, tiro fuori i viveri. Uovo sodo, panino con bresaola, prosciugo le borracce.

muuuu

sono a secco

Ormai sono su strade conosciute. Scendo per Pilano e faccio il carico d'acqua a San Simone. Riparto in direzione Montemesola ma la stanchezza prende il sopravvento. Prendo una strada a tre incognite X, Y, Z l'asfalto è quasi inesistente. Chiedo a un tipo dove finisce e com'è lo stato della strada ... lui dice che esce sulla strada di Montemesola e che la sede è tutta così, anzi anche peggio!! Ma io procedo lo stesso e dopo poco mi ritrovo a pedalare in piedi tra una buca e l'altra tra una merda di cavallo e uno sterrato polveroso, Eroica na sega (ma fatta bene che non si sa mai)!! Torno indietro, (perché mi piace andare da solo?!) ancora più lentamente, le gambe ancora più doloranti e tocco 100km proprio su questo schifo di strada. Sono di nuovo sulla complanare, papaverirossi e sollevamento pesi ... Mi fischiano le orecchie? Vedo attraverso il mio terzo occhio? Conosco chi conosci tu, so dove vai ... !!

papaverirossi

ops

Montemesola, strada per l'ippodromo iniziano i crampi e il pensiero alla Liegi Bastogne Liegi da vedere stravaccato sul divano. Circummarpiccolo lunghissima, dopo l'Ipercoop, l'Auchan ... 130km  tra via Consiglio e viale Unicef. La strada verso casa si consuma velocemente insieme alle ultime energie. 
La STRAVAGRANFONDO 4 è archiviata 140.4 km 1126mt di dislivello in 6h 16min 18sec velocità media 22.4 km/h

on the road again

E ci ho messo due giorni per completare questo post, da non crederci, sono davvero stanco.

Per la cronaca Vincenzo mi ha risposto dopo le 13:00 in effetti sabato ha fatto tardi, sarà per la prossima volta, non ti preoccupare. 








Nessun commento:

Posta un commento