I PRIMI 100 KM ...

La mia vita è piena di segnali e io sono solo un MESSAGGERO (ma la Dopa è finita) ... ed in ogni uscita interpreto dei simboli.
Svegliarsi che fuori è ancora buio, guardare il sole arancione che si alza, piano, davanti ai tuoi occhi mentre già pedali per strada, il mare alla tua destra che evapora, la risacca del mare che s'incontra con il profumo della macchia alla tua sinistra proprio su quel confine che stai percorrendo in un fantastico silenzio. Il respiro, il sole che ti scalda il volto, il profumo del caffè nel nuovo bar in cui mi fermo, la ruota che affonda nella sabbia, i fenicotteri che prima planano sull'acqua come missili e poi si alzano in volo ...
Ho dei segni sul corpo, e delle scritte per non perdermi e non dimenticare mai, ma i primi 100 km si scordano in fretta, così come ci si dimenticano i gesti ... ma non sempre quello che fai ti viene riconosciuto. Hey tu!! (Who told You?) Sarà per la prossima volta.

so andare avanti e alle volte tornare indietro
planare sull'acqua
il volo dei fenicotteri rosa
i segni
Poi Emma mi guarda e mi chiede, <Papà, ma non c'è la bicicletta??> ... e il segnale più importante è proprio questo ... che tutta questa merda va ben oltre la bicicletta!
E i primi 100 km non me li ricordo già più.

Commenti

Post popolari in questo blog

THE HOWLERS - HISTORY OF NOW

IL GIRO DELLE SETTE CHIESE + SELVA OSCURA +

L'INVASO