domenica 9 novembre 2014

ASHRAM BHOLE BABA

L'uscita di oggi doveva essere consacrata alla chiusura della Gran Fondo 11 di Strava.
Avevo studiato un percorso che mi avrebbe portato fino a Cisternino (dove non sono mai arrivato in bicicletta) con sosta presso l'Ashram Bhole Baba e rientro a Taranto.
Fatemi spoilerare ... non ho chiuso la Gran Fondo, perché il GPS è stato in una zona d'ombra di segnale mangiandomi ben 30km!!

Parto alle 0600 da casa, il cielo non presenta nuvole minacciose, l'aria è fredda e la nebbia mi accoglie all'ingresso di Talsano. Lungo una strada conosciuta, non prima di fotografare il sorgere del sole arrivo in poco tempo ai piedi di Grottaglie. Dopo aver affrontato con molta calma la salita mi fermo per un caffè. Punto verso la salita del Tiro a volo, non vedo il profilo della Murgia avvolta in una nebbia densissima. Salgo lungo un paesaggio spettrale, avvolto nel silenzio. Sento ogni dente in cui entra la maglia della catena e il fiato che si nebulizza. Oggi la salita sembra non finire mai, passano un paio di macchine, inizio a sentire i colpi sordi dei cacciatori, sono in cima, supero l'incrocio per Villa Castelli e ritrovo il sole come quando prendi quota in aereo. Giro per Ceglie e dopo pochi chilometri prendo la strada la SP65 per Martina Franca.
Questa strada che non avevo ancora mai fatto con il classico saliscendi s'inoltra nella campagna pugliese più bella, muretti a secco senza soluzione di continuità, vigne e vegetazione dalle tinte autunnali. Incrocio le direttrici che da Martina portano a Ceglie e poi a Ostuni, io punto verso Cisternino.
Incrocio la famosa "ciclovia dell'acquedotto" ma è solo un sentiero battuto da percorrere in MTB ... la prossima volta.
Ho un altro obbiettivo su cui ho fantasticato tutto il giorno prima, farmi una fotografia a Contrada La Fica! Sono nel bel mezzo de La Fica, ma non c'è un cartello stradale, un indicazione turistica ... sembra un posto sconosciuto, non mappabile, buio e misterioso. Anche il fai da te di qualche pioniere è stato rimosso da qualche negazionista, ContradaLaFicaFobico ... che cazzo, esco da Contrada La Fica insoddisfatto!

TOPANIMI
Oggi al suo posto hanno scritto teatro ... ma a che serve la cultura?!
Arrivo sulla circonvallazione di Cisternino, mi risparmio il giro in centro, anche questo per una prossima volta. Alla prima rotatoria rientro nella campagna in direzione Ashram.
Un paio di curve secche uno strappetto spezza polpacci, incrocio nuovamente la "ciclovia battuta dell'acquedotto" poi entro nel vialetto e scendo dalla bicicletta, anche per superare tre cani, tra cui un maremmano, mi faccio coraggio e capiscono che sono in pace! Namastè.
Mi indicano l'Ashram e i punti in cui per entrare devo levarmi le scarpe.
Qualche foto ... poi mi raccolgo in meditazione. Dimentico La Fica, dimentico i 30 km dispersi nell'aria.
Riparto più sereno, quasi rigenerato. Però meglio assumere un pò di integratori e mangiare qualcosa.
Arrivo sulla Ostuni-Martina Franca, salgo su per il centro abitato, passo per il centro, dove incrocio un raduno di auto storiche, faccio le corna agli occupanti di un Volkswagen T2 che mi strombazza ricambiandomi!
Lascio Martina Franca in direzione San Paolo per poi scendere da Spacca Montagna. Non lascio completamente i freni, la strada è umida e scivolosa. Arrivato sulla Mutata decido di tagliare per Montemesola ... i tornanti che scendono verso la Buca sono asciutti e la visuale è libera per un lungo tratto di strada,scendo a tutta fino a quando mi trovo davanti una pozza fangosa.
Devo attraversarla, a piedi, bicicletta in spalla ... ma le scarpe affondano nel fango liquido.
Di nuovo in sella come uscito da una sessione di ciclocross. Salgo su per Montemesola, poi scendo e tiro dritto per Monteiasi la stanchezza si fa sentire, San Giorgio Jonico, saluto la mia amica al solito angolo, di nuovo San Donato, Talsano, Lama, c'è ancora il sole! Passo da mare da Citemmuert per ossequiare Strava e il sistema GPS!
Arrivo a casa in tempo per il pranzo.
Ma non è ancora finita devo togliere tutto il fango dalla bici e dalle scarpe ...
contachilometri batte gps 137 a 107 km!

l'alba in bicicletta
la salita del tiro a volo immerso nella nebbia
Road to nowhere
la campagna pugliese
colori autunnali
architetture lineari
terra e pietra
hypnorospo
Bhole Baba
bicicletta tempio e trulli
ashram
Dhyana Yogi Dhuni
il fango


Nessun commento:

Posta un commento