domenica 27 settembre 2015

EPPURE SON SIMPATICO

Sabato e domenica sono tornato a pedalare con la bicicletta da corsa sulle strade di casa.
Sabato mattina ho dato una bella pulita al mezzo e nel pomeriggio sono filato lungo la litoranea fino alla Bagnara per poi rientrare dall'interno.
Domenica mattina molto presto il percorso inverso, questa volta però fino a Campomarino, caffè e poi rientro dalla litoranea.

Ora chi mi conosce sa quello che penso in merito ai treni ...
Oggi mi è capitato però di essere assorbito da un bel gruppo sulla strada tra Lizzano e Monacizzo, la media anagrafica elevata della colorita compagnia doveva far presupporre una certa saggia intelligenza che invece non c'era!
Vento a favore si viaggiava ad oltre quaranta chilometri orari, le solite strigliate di qualcuno a quelli che avanti tirano troppo, io che fatico a mettermi a ruota di uno perché puntualmente ostacolato da un tipo con i baffi e bagarre finale sullo strappetto che porta all'abitato di Monacizzo, tutti tirano il fiato e scattano le solite domande.
Al bivio per Torre Ovo, gli mollo e proseguo per la strada che avevo deciso di fare.

La sinfonia che producono delle biciclette che avanzano in gruppo è fantastica ... peccato che il più delle volte venga rovinata da inutili e superflue parole o da pessimi orchestrali.
Andare a tutta stando a ruota è bellissimo, ma so bravi tutti ... e neanche.
Sulla litoranea dopo il caffè e il pediluvio giù a Piri Piri ritrovo sparpagliato quel treno che procede come i perdoni in processione, a due a due, nazzicando contro vento, i primi due a Fatamorgana, altri due al Cohiba!
Ciao ragazzi ci vediamo a Taranto FLOZSTATION di Taranto ... (forse)

contatto

Nessun commento:

Posta un commento