lunedì 10 aprile 2017

117 KM E NON INCONTRARSI MAI (GRANFONDO APRILE)

Le promesse che fai a te stesso valgono di più di quelle che fai agli altri.
In litoranea, come hai visto, scorre solo la merda ... ma questa è una storia diversa!
Non salgo da troppo tempo, per via del tempo per via del ginocchio, per il Via vai intorno a me.
I primi 35 km senza incontrare nessuno e pian piano pedalo verso San Simone. Sotto la statale ti faccio una bella foto e non so neanche chi sei, mtb e niente fango di cui lamentarsi come quando siamo andati a Polignano, metti il freno a quello che dici.
Ontheroadtothenew al contrario, capovolto come la moto sull'albero No TrAP!
Inizio la scalata di Pilano, molti podisti (forse una gara, ma non chiedo a nessuno) poco dopo la Masseria mi passa un ciclista del 2000 ... Va avanti, mi metto dietro ... poi passano a tutta in mtb due ragazzini, mi metto in scia e vanno a tutta, superiamo tanta gente, il 2000 è dietro io sono a 3000 ... Superiamo gente che corre a piedi e in bici, i ragazzini si fermano ... i vado avanti e continuo a passare gente (penso che sto andando fortissimo, anche se non è così, sono gli altri che se la prendono comoda) non faccio il fuori giro, prima della fine del bosco mi ripassano i due in mtb con dietro il motore del 2000.
Proseguo regolare non m'infurio della loro inutile sfuriata e alla fine ripasso ancora prima del gpm ... Ancora!
Sotto passano tutti ma nessuno si ferma a guardare i rami che sprofondano nelle radici, un'ombra generica da molto tempo prima.
Arrivo a Martina ma questa volta niente sosta al Tripoli, troppe palme da superare, taglio corto come un machete da nord/ovest a sud/est mi allontano nella campagna inseguito da biciclette con componentistica in ceramica di Grottaglie!!
Si va a tutta, saluto a tutti ... mi fermo alla fontana per il rifornimento poi scendo con calma, facendomi sorpassare da tutti, nessuno in giallo come me.
Anni duemila e tornerò indietro nel tempo mi allontano dalla FAME.
La strada tra Grottaglie e Carosino con il vento dietro che flash, anche se non è Roubaix anche se non è un velodromo, nel centro del paese tutti che si stringono le mani.
Salgo la schiena del Monte ma non mi Parano i colpi dei pedali, non voglio incontrarmi ... E forse voglio passarti a tutta velocità spuntandoti alle spalle come in una volata silenziosa.
Il tributo alla Classica, quasi come ogni anno su una strada di merda verso il mare, e nel mare resta la merda, sulla litoranea nessuno, 117 km e non incontrarsi mai, testa e corpo in parallelo ma su piani differenti.
Le promesse che non mantieni e ieri sera dov'eri?
Faccio un giro largo, ma con le parole prendo la strada più breve che ci sia, e se hai capito questa volta non seguirmi su questa brutta via.

in reverse per le strade perse

la campagna dietro la complanare

sotto i viadotti

capovolto no TrAP

Passi ti giri e guardi me?

la cassetta della posta giusta per te

S V E L O D R O M E

Nessun commento:

Posta un commento