venerdì 1 gennaio 2016

24/12 DAY ONE #FESTIVE500 - OPERAZIONE SAN PIETRO

Il mio #festive500 quest'anno parte in fretta, sono le 06:20 del 24 Dicembre e sono già per strada.
Con i soliti incastri questa mattina non lavoro, ma dovrò restare in ufficio dal primo pomeriggio.
Nel buio chiaro della mattina ho davanti almeno quattro ore di pedalata in tranquillità, il cielo sereno sulla testa e l'asfalto della litoranea salentina che scorre veloce sotto le ruote a 25 km di media.
Il sole inizia ad illuminare cose che conosco a memoria, come dentro ad una stanza dei giochi, come aprire una scatola con dentro la sorpresa, e la sorpresa è sempre quella ... ma ogni volta è una sorpresa.
Le case che diventano rade, e le dune che non sono un deserto, e il sole che colora di un rosso buono il cielo di Taranto e il mare che fuma e pensieri non ha!
Supero Torre Ovo e mi fermo per il caffè a Campomarino. Il tipo alla cassa fresco di dopo barba di altri tempi parla in continuazione e il mio ingresso per la banconista è quasi un sollievo, anche se lui continua incessante a parlare.
Proseguo in direzione San Pietro in Bevagna, ho fissato il mio primo step davanti alla chiesa in piazza ... per poi tornare indietro, ovviamente.
E torno indietro con il sole sempre più tiepido dall'altro lato.
Spinto dallo spirito del Natale verso le buone azioni e le perdonanze, ma il perdono lo concedono gli spiriti buoni a chi sbaglia, e il mio spirito è ancora sulla strada della transizione, e tu sei ancora convinta di essere una vittima ...
Operazione San Pietro 100 km in 3h 58m 44s e nessuna Pietà.


la strada davanti
il sole e le sorprese
il mare che fuma e pensieri non ha
Campomarino
le perdonanze
San Pietro in Bevagna




Nessun commento:

Posta un commento