lunedì 4 gennaio 2016

28/12 DAY FIVE ‪#‎FESTIVE500‬ - LUI E' PEGGIO DI ME

Oggi si torna a lavoro, quindi mi accontenterò di una rapida uscita all'ora di pranzo.
Per comodità ritorno a pedalare sulla litoranea, le condizioni climatiche sono perfette, niente vento, sole, 14°C circa ...
Tutto nella norma fino all'uscita dopo lo stabilimento di Fata Morgana dove, in direzione opposta incrocio Andrea.
Con Andrea ci siamo conosciuti pochi mesi fa, quando si è aggregato, via facebook, ad un'uscita che avevo organizzato per conto degli Howlers.
Ho pedalato con tante persone, e con Andrea non abbiamo condiviso molta strada, qualche birra e ci siamo beccati per caso, anche a Yoga insieme!
Raramente però ho incontrato un ciclista con la sua determinazione, ha deciso di portare a termine anche lui il #festive500 e pur iniziando con un paio di giorni di ritardo ci è riuscito!
Questa avventura, almeno per me è sempre stata una sfida personale contro me stesso, un modo per fuggire ulteriormente alle schematiche delle convenzioni pranzi/cene/sorrisi/regali/auguri/amici/serate obbligatorie in cui mai sono stato comodo e ritrovare dopo la fatica, la riflessione e l'isolamento del movimento perpetuo il piacere onesto dei pranzi delle cene dei sorrisi dei regali degli auguri degli amici e degli affetti che realmente contano.
Condividere il successo con qualcun'altro e sapere cosa significano qui 500 km è una doppia gioia, che vale come 1000 km fatti e non so dire chi tra noi è il migliore, come non spetta ovviamente a me stabilire chi sia ... il peggiore!
Arrivo al Truglione poi taglio dentro verso Lizzano, nuovamente e infine verso Pulsano, dove all'incrocio per girare verso il castello, due ragazzini con una Lancia Y mi stanno per mettere sotto ... non preoccupandosi di guardare minimamente alla loro sinistra, per fortuna gli avevo adocchiati da come erano entrati nel mio cono visivo ed avevo per tempo utilizzato tutte le precauzioni in mio potere..
Qualche foto per stemperare il nervosismo e poi da Pulsano a Leporano a Talsano, senza passare dallo stop, e poi di nuovo a casa per poi andare nuovamente in ufficio.

Mi organizzo e porto la bici a Taranto, lascio la macchina in zona stadio, raggiungo l'ufficio e ultimato quello che avevo da ultimare vado in centro per cambiare un gioco doppio ricevuto da Emma ... il traffico paralizza completamente la città e la scelta delle due ruote, oltre ad incrementare di qualche chilometro il mio bottino mi permette di fare tutto velocemente, mi concedo anche un passaggio da Natura Si per delle ultime cosette, infine torno alla macchina e alla restante parte della famiglia, indaffarata in altre commissioni, per rientrare definitivamente a casa dove ci dovrebbero raggiungere degli amici per gli ultimi (in realtà i primi) dettagli sul San Silvestro!!


l'incontro con Andrea
500 + 500
decentrato
saluti da Betlemme
sessione serale

Nessun commento:

Posta un commento