SPECIALISSIMA BIKE TEST

Inizio dal ritorno alla realtà ... Dovevo immediatamente tornare nel mio mondo, alla mia bicicletta, alla mia fatica ... oggi una pedalata fino a Campomarino, sole alto e un fortissimo vento laterale che caratterizzerà tutta l'uscita.

Quello di ieri non è stato un sogno, ma una fantastica, forse irripetibile opportunità!
Ho pedalato su una Bianchi SPECIALISSIMA Durace Di2 11sp Compact per il Bike Test della Bianchi che ha fatto tappa anche a Taranto presso CICLI MARANGIOLO.
Nella teoria sono un ignorante*, e di questo vado fiero, quindi di un telaio che pesava solo 780 gr. posso dire che era davvero leggero, di tutta la componentistica ultra-top mi ha colpito la sella, come esser sospeso su una foglia, del cambio elettronico super sensibile, solo alla fine sono riuscito ad abituarmi ai pulsanti, sbagliando sempre il rapporto ... una bicicletta meravigliosa che costa più della mia macchina, ma questi sono dettagli che non contano, la poesia non ha prezzo!

Pedalare su questa eccellenza (prendo in prestito qualche vocabolo dal repertorio di studiociento) mi ha fatto sentire più veloce del vento, più solido del'asfalto, le salite affrontate senza forzare non sembravano salite, quando spingevo sui pedali, immediatamente trovavo la giusta sintonia e la bicicletta sembrava non esserci ed io ero sempre più avanti.
In discesa precisa e dopo i primi assestamenti dalla Rocca verso Faggiano, pur senza esagerare in niente segno il mio record personale scendendo dai Monti del Duca.
Ci siamo fatti prendere la gamba e dobbiamo tornare a Taranto scendendo dalla Statale per evitare di fare gli ultimi chilometri al buio.

Non ho molto altro da aggiungere, a me piace pedalare e guardarmi intorno e questo di base lo posso fare con qualsiasi bicicletta, farlo però, anche se solo per poche ore, con una SPECIALISSIMA ... non è impresa di tutti i giorni.

Leonardo regola la sella
Leonardo e Ciccillo preparano l'ultima Specialissima per l'uscita di oggi
Un team Specialissimo Vito Floz Andrea
i buoni consigli tirano più di un treno
Specialissima ontheroad
Vito Marangiolo 
Andrea
il Capitano Floz
(*) Per tutti i dettagli tecnici, se le mie sensazioni non vi hanno soddisfatto, potete andarvi a fare due chiacchiere direttamente con VITO!

Commenti

Post popolari in questo blog

THE HOWLERS - HISTORY OF NOW

IL GIRO DELLE SETTE CHIESE + SELVA OSCURA +

L'INVASO